I nostri ragazzi alla RDC XVIII

02Una fase di grappling in cui Garba si difende da un tentativo di heel hook di Colomba. Per gentile concessione di Raffaele Martini.

Con colpevole ritardo pubblichiamo un articolo sugli incontri sostenuti la notte del 23 novembre 2013 da due nostri atleti alla prestigiosa Resa Dei Conti XVIII, il gran gala delle arti marziali miste che si tiene ogni anno a Livorno.

Giacomo Colomba e Simone Tabbita della Shou Dao School hanno affrontato i loro rispettivi avversari nei quarti di finale del Circuito Elite nella specialità Shoot Boxe.

01 Una foto insieme al grande Yari Orsini e al prezioso compagno di sparring Massimiliano Quinci

Il primo ad entrare nella gabbia è stato Tabbita, dando il via alla serata combattendo contro Fabio Ferrari della Ludus Magnum di Milano. Pochi secondi dopo il via dell’arbitro, praticamente al primo scambio, Ferrari impatta con un potente destro su Tabbita che si stava nel contempo coordinando per un front kick, mandandolo al tappeto per il conteggio finale dell’arbitro. Non è stata un peccato tanto la sconfitta, che fa parte dello sport e serve a migliorarsi, quanto il non aver avuto il tempo di dimostrare il proprio valore.

Al terzo incontro della serata è toccato a Colomba confrontarsi nell’ottagono contro Fidelis Garba del Rendoki Dojo di Livorno. Garba si è dimostrato subito più intraprendente attaccando con sequenze di colpi potenti mentre Colomba cercava sistematicamente il clinch per arginare l’avversario e lavorare alla rete o a terra. Nel secondo round, dopo qualche ulteriore scambio di colpi e un tentativo di sottomissione a terra, a qualche decina di secondi dalla fine del match Garba ha inserito delle ginocchiate irregolari in un attacco, incappando così nella squalifica da parte dell’arbitro e dando la vittoria e il passaggio alle semifinali del torneo a Colomba.

Esordire in un tale palcoscenico e con avversari esperti e rodati è stata una grande emozione per tutti, una soddisfazione che ripaga di tanto impegno e una prova di qualità che ci riempie di orgoglio.

03Dopo i match col grande e insostituibile Master Francesco Collesano

Palestra o Dojo? Perché scegliere un Dojo…

Perché scegliere un Dojo

TempleBig

MMA

Le MMA stanno diventando lo sport del momento. Anche in Italia la loro diffusione sta prendendo piede: ciò che prima era solo uno sport di nicchia e malvisto, praticato da perfetti sconosciuti, pian piano è diventato uno sport tra i più seguiti e gli atleti di MMA in pochi anni sono diventati personaggi conosciuti e apprezzati ormai in tutto il mondo. Quindi anche gli italiani hanno cominciato ad apprezzare questo sport: ciò che sulle prime sembrava un combattimento senza freni e regole adesso si mostra come un sport completo, tecnico, onorevole. Ciò ha portato in pochi anni ad una crescita esponenziale di corsi di MMA che spuntano in qualsiasi tipo di palestra, tenuti da “maestri” che spesso hanno fatto appena due o tre incontri o che hanno un qualche certificato di frequenza a qualche campus. Per un aspirante praticante di MMA, è importante cercare anzitutto un personale più qualificato possibile, un maestro comprovato con una vera esperienza di ciò che insegna. In secondo luogo, seguire un corso di MMA in una palestra di altre discipline, è molto riduttivo e l’ideale è poter frequentare uno spazio dedicato in modo mirato allo sviluppo di una data disciplina. A differenza dei paesi all’avanguardia nelle MMA, in Italia esistono pochi di questi “Dojo”. La Shou Dao School è uno di questi: col Maestro Collesano l’allievo può allenarsi tutte le sere, seguendo un programma completo che comprende la fase di preparazione fisica (stretching e functional training), uno studio completo di striking e di grappling, lo studio della psicologia del combattimento. Durante il pomeriggio la Shou Dao School è aperta e offre la possibilità ai suoi allievi di affinarsi ulteriormente coi corsi di Tui Shou,di Tai Chi,Stretching e Difesa Personale del Maestro Collesano e quelli di Brazilian Jiu-Jitsu del Maestro Rildson Lima de Freitas,. Non bastasse, il nostro Dojo è e sarà sempre di più una base dove ospitare allievi e maestri di altri Dojo e Accademie di MMA, dando la possibilità ai nostri allievi di lavorare e sudare insieme a maestri e combattenti di rilievo nel mondo delle arti marziali.